Anche il Ministro Boschi coinvolta nello scandalo di Tempa Rossa

136

I Pubblici Ministeri della Procura di Potenza hanno chiarito che nell’ambito dell’indagine sulla gestione del sito petrolifero di Tempa Rossa intendono interrogare come persone informate sui fatti sia il Ministro dimissionario Guidi sia il Ministro Maria Elena Boschi, che il Governo avrebbe preferito non fosse coinvolta nell’indagine.

Infatti il Premier Matteo Renzi è intervenuto più volte in dibattiti televisivi per chiarire che il provvedimento che ha sbloccato i fondi per il sito di Tempa Rossa è stato fortemente voluto da egli stesso e che la responsabilità degli eventuali illeciti ricade unicamente sul ministro Guidi e sul suo compagno e non dovrebbe coinvolgere minimamente Maria Elena Boschi.

Il Primo Ministro ha provocatoriamente proposto ai Pubblici Ministeri di Potenza di essere sottoposto ad un interrogatorio come unico responsabile della situazione, ma gli inquirenti potentini hanno risposto che intendono sentire solo il Ministro Boschi, coinvolgendola di fatto, anche se in maniera marginale, nell’indagine.